Il Dossier di candidatura UNESCO “Biodiversità marina dell’Eocene della Val d’Alpone” è il documento ufficiale con cui il territorio italiano della Val d’Alpone (Verona e Vicenza) entra nella Tentative list per il processo di riconoscimento quale Bene di Patrimonio Mondiale grazie ai suoi celebri fossili di flora e fauna, basalti e altri minerali di 50 milioni di anni fa.

Il Dossier di candidatura UNESCO è frutto del lavoro di un’apposita Associazione temporanea di scopo Val d’Alpone – Faune, Flore e Rocce del Cenozoico, con il patrocinio del Consiglio regionale Veneto e condotta da Giamberto Bochese, presidente Ats, Domenico Zugliani, responsabile Ufficio Unesco del Comune di Verona e Roberto Zorzin conservatore onorario del Museo di storia naturale di Verona.
Enrico Brunelli – Graphic Designer ha contribuito alla realizzazione grafica dell’elaborato.

Soci sottoscrittori

  • Comune di Verona
  • Università di Verona – Dipartimento di Culture e Civiltà
  • Comunità montana della Lessinia – XVIII Comuni veronesi
  • Parco Naturale Regionale della Lessinia
  • Comune di Vestenanova
  • Comune di Soave
  • Comune di S. Giovanni Ilarione
  • Comune di Roncà
  • Comune di Monteforte d’Alpone
  • Comune di Montecchia di Crosara
  • Comune di Gambellara
  • Comune di Crespadoro
  • Comune di Altissimo
  • Consorzio Tutela Vino Lessini Durello
  • Consorzio Tutela Vino Soave
  • Consorzio Tutela Vini Gambellara
  • Associazione Strada del Vino Lessini Durello
  • Strada del Vino Soave
  • Strada del Recioto e dei vini Gambellara DOC
  • Storie di Piccola Patria
  • Associazione culturale San Zeno

Soci sostenitori

  • Ceratoichthys s.n.c.
  • Cassa Rurale di Vestenanova, Credito Cooperativo Italiano
  • Lions Club Valdalpone, Lions Club International Distretto 108 TA-1 Italia
  • Rotary Distretto 2060 – Club Verona Soave, Club Arzignano
  • MarSEC – Marana Space Explorer Center
  • Abbazia di Villanova
  • GAL Baldo Lessinia – Agenzia di sviluppo