L’Etichetta Lessini Durello Campo Sengia – Metodo Italiano è un omaggio ai suoli vulcanici su cui cresce questo vigneto di Durella.
Il particolare tipo di suolo basaltico nero è uno dei segreti alla base del Terroir di un buon spumante Lessini DOC.
Chi visita questo vigneto si trova a camminare con le proprie scarpe direttamente sui tipici sassi neri prodotti dall’attività eruttiva di vulcani esistenti 40 milioni di anni fa in questa stessa area.
Al tempo, questo colline erano vulcani attivi posti in un sistema marino di tipo lagunare. Il magma che fuoriusciva formava delle isole emerse che, quando il mare venne a ritirarsi, divennero gli attuali monti.

Enrico Brunelli – Graphic Designer ha ideato l’Etichetta Lessini Durello Campo Sengia – Metodo Italiano-Charmat, della Cantina Casarotto (Montecchia di Crosara – Verona).
I requisiti da rispettare erano il formato rettangolare e il contrasto tra il nero dello sfondo e il bianco dei testi.
Per questo motivo l’etichetta ripropone la texture tipica dei basalti così da comunicare in maniera immediata il tipo di suolo roccioso su cui nasce questo Lessini Durello e il carattere duro del vino e del territorio.
I testi sono in bianco e il font rimanda a delle scritte tracciate con gesso bianco su pietra nera.
Il nome dello spumante “Campo Sengia” è invece disegnato a mano.
Nella parte sommitale dell’etichetta trova posto il logo della Cantina Casarotto in oro lamina. L’oro è nuovamente ripreso lungo il bordo inferiore della caspula nera.

La particolarità del terreno viene sottolineata dalla dicitura “Spumante Brut da suoli vulcanici” che, rispetto a quanto tradizionalmente viene scelto, è in questo caso riportata sulla fronte etichetta per marcare la provenienza.

Curiosità sul nome “Campo Sengia”

Con “sengia” in dialetto veneto si indica una prominenza del terreno di forma stretta e allungata, roccia sporgente, parete rocciosa a picco.