Condimentos del Carrizal, nella comunità di San Juan del Sur (Nicaragua), è un gruppo di donne organizzate che producono deliziose e naturali marmellate di frutta tropicale e gusti misti.
San Juan del Sur, situata sulla costa del Pacifico, è una gemma nicaraguense e una meta amata da surfisti e bagnanti. Questo splendido villaggio di pescatori offre un mix di spiagge mozzafiato, vita notturna vivace e un’atmosfera rilassata.
E’ un ottimo punto di partenza per tour naturalistici e avventure nella natura per esplorare il Vulcano Masaya, le Cascate di Cascada Blanca o le numerose isole.

Il progetto di Enrico Brunelli – Graphic Designer è pensato per le etichette di 6 prodotti di punta di Condimentos del Carrizal: pitaya, ananas, mela, guava, tamarindo.
La singola etichetta è disegnata come un bollo di garanzia con il tipico bordo frastagliato.
Al suo interno appare il nome della società “Condimentos del Carrizal” e il frutto della marmellata contenuta. Al centro dell’etichetta appare una illustrazione del frutto stesso.

Per conoscere meglio alcuni dei frutti più singolari:

Pitaya

La pitaya, conosciuta anche come frutto del drago, è un frutto originario del Centro e del Sud America. Viene prodotto dai cactus appartenenti alla famiglia delle Cactaceae, in particolare dai generi Stenocereus e Hylocereus. Questo frutto tropicale ha una forma e dei colori molto caratteristici, con un peso che oscilla tra 150 e 600 grammi. Vediamo alcune delle sue caratteristiche e il suo sapore:

Aspetto: la pitaya ha una pelle squamosa rosa o gialla e una polpa bianca o rossa punteggiata di semi neri. Il suo nome esotico deriva dal fatto di ricordare la pelle di un drago.

Sapore: il gusto della pitaya è spesso descritto come una combinazione tra kiwi e pera. È dolce e croccante.

Proprietà nutrizionali: la pitaya è ricchissima di vitamine e minerali, tra cui la vitamina C. Contiene anche fibre, proteine, acidi grassi e antiossidanti. E’ un frutto molto energetico.

In cucina, la pitaya si mangia prevalentemente cruda, ma può essere utilizzata anche in ricette più complesse, come dessert e bevande.

Guava

La guava, conosciuta anche come guaiava, è un frutto esotico originario dell’America centrale e dei Caraibi. Nasce dall’albero sempreverde Psidium guajava e presenta diverse varietà, ognuna con caratteristiche uniche.

Aspetto: la guava ha una buccia di colore giallo o verde, a seconda della varietà. Al suo interno, la polpa può variare dal bianco al rosa fino al rosso. I semi sono commestibili, così come la buccia.

Profumo e sapore: il profumo della guava è caratteristico, con un aroma dolce e leggermente agrumato. Il sapore è un incrocio tra fragola e pera, con una leggera acidità che rende la dolcezza ancora più rinfrescante. Alcune varietà sono più taglienti o più dolci e floreali.

Proprietà nutrizionali: la guava è ricca di sostanze benefiche per la salute, tra cui antiossidanti, vitamina C, potassio e fibre. È un frutto da includere nella dieta in vari modi, come succhi, frullati, insalate e dessert.

La guava è un rimedio naturale contro la diarrea, aiuta a ridurre i livelli di zuccheri nel sangue, migliora la salute del cuore e le difese immunitarie.

Tamarindo

Il tamarindo, noto anche come dattero dell’India, è un frutto esotico diffuso principalmente in Asia e in America Latina.

Aspetto: il tamarindo ha un baccello di forma allungata, di colore marrone quando è maturo. All’interno, si trovano dei semi avvolti da una polpa acida. Questa polpa costituisce il 55% del frutto ed è di colore marrone scuro.

Sapore: questo frutto esotico ha un gusto unico, che combina dolcezza, acidità e un leggero amaro. È una combinazione intrigante per il palato.

Proprietà nutrizionali: il tamarindo è una fonte preziosa di amminoacidi essenziali, fibre, vitamine e sali minerali. Contiene anche magnesio, che è importante per il sistema nervoso e la salute delle ossa.

Usi culinari: la polpa del tamarindo viene utilizzata per dare sapore a diverse ricette. Puoi gustarla come bevanda o nella forma di marmellata.