La Promozione turistica Veneto – Friuli Venezia Giulia (Asse FVG-Veneto, MIBACT) sviluppa una serie di progetti interregionali di eccellenza per lo sviluppo e la promozione del sistema turistico nazionale e il recupero della competitività sul piano internazionale grazie all’impegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MIBACT).

All’interno del progetto “Promozione e valorizzazione dell’enogastronomia e della tipicità regionale come turismo esperienziale” che vede la partecipazione di 4 regioni italiane (Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna e Lombardia), Enrico Brunelli – Graphic Designer ha curato la realizzazione del pieghevole 4 ante a finestra per la Strada del Vino Arcole e dei prodotti tipici.

Il pieghevole “Strada del Vino Arcole DOC. Vini, Vivi, Bici” prende il titolo da una delle iniziative promozionali più riuscite dalla Strada che ha voluto valorizzare l’enogastronomia della Regione Veneto con iniziative sostenibili di turismo esperienziale.
“Vini, Vivi, Bici” propone al turista 4 differenti e variegati percorsi ciclistici alla portata di tutti (strade tracciate, sicure per la bici e ad andamento pianeggiante) per conoscere le bellezze naturalistiche della denominazione Vini Arcole, le peculiarità culturali e quelle enogastronomiche.
L’area della DOC è suddivisa in 4 aree ciclabili che propongono la visita delle località:

  • Arcole, San Bonifacio, Belfiore;
  • Pressana, Cologna Veneta;
  • Zimella, Veronella;
  • Belfiore, Albaredo d’Adige

NOVITA’: “Bike track Map” da ritagliare e portare sempre con noi

Ho pensato di strutturare il pieghevole in una modalità alternativa a quella classica che lo concepisce come un semplice strumento informativo.
In questo progetto ho sfruttato le due ante pieghevoli per creare delle Bike track Map, una per ogni percorso, stampate fronte retro.
Infatti su un lato della pagina troviamo la descrizione del singolo tracciato ciclistico mentre sull’altro lato abbiamo la mappa con il disegno delle strade da percorrere.
Il ciclista può così ritagliare dal pieghevole la Bike track Map a cui è interessato e portarla con se’ in maniera agevole, tascabile e pratica.

1° Percorso ciclistico: Arcole, San Bonifacio, Belfiore

Questo percorso circolare si snoda nella pianura zerpana, teatro della battaglia napoleonica che prende il nome di “Battaglia di Arcole”. Qui si possono visitare l’Obelisco Napoleonico e il museo Napoleonico di Arcole con un bellissimo plastico della battaglia.
Cava Moneta a Belfiore è una riserva ornitologica unica nel suo genere e merita una sosta anche l’Abbazia di Villanova, simbolo Benedettino secolare sul territorio di San Bonifacio.
Si può prevedere una sosta dai vari produttori di mele e di asparago e assistere alla raccolta di questi prodotti, mentre i ristoranti lungo il percorso offrono ottimi piatti abbinati all’Arcole DOC.

2° Percorso ciclistico: Pressana, Cologna Veneta

Terra del prosciutto Berico-Euganeo, a Pressana è possibile visitare uno stabilimento di produzione di questo prodotto unico per la sua dolcezza e morbidezza che ben si abbina all’Arcole Merlot.
Meritano una visita anche Villa Gaudio e Villa Querini – Stampalia, nota per la forma della sua facciata merlata.
Ci si sposta poi a Cologna Veneta dove una tappa d’obbligo è il Museo della Civiltà Paleoveneta e una visita agli stabilimenti di produzione del Mandorlato di Cologna Veneta, dolce a base di miele e mandorle immancabile nelle tavole venete nelle festività natalizie.

3° Percorso ciclistico: Zimella, Veronella

Piccoli centri ricchi di storia, i comuni di Zimella e Veronella sono delle piccole gemme da scoprire.
Zimella è solcato dal fiume Agno e lungo esso sorgevano mulini e porti per le piccole
barche. Da visitare è villa Donà delle Rose.
Veronella è invece il paese della Verza Moretta, una particolare crucifera salvata dall’estinzione e diventata prodotto tradizionale.
Importante a Veronella è la Corte Grande disegnata da Andrea Palladio.

4° Percorso ciclistico: Belfiore, Albaredo d’Adige

Da Belfiore, passando per il santuario della Madonna della Strà, antico simbolo religioso della zona, si percorre il fiume Adige lungo l’argine dove si possono ammirare i voli delle varie specie nidificanti
come aironi cinerini, cormorani, tuffetti.
Si raggiunge quindi Albaredo d’Adige dove si può visitare il Museo della Civiltà dell’Adige dove sono raccolti gli affreschi di Villa Beccacivetta.

Lungo la Strada dell’Arcole – Approfondimento

Le terre d’Arcole sono solcate dal fiume Adige che sinuoso e placido discende verso il mare.
Questi luoghi sono da sempre stati culla della civiltà Veneta e teatro di battaglie, cambiamenti, rivoluzioni.
I fiumi e i canali sono vie naturali percorribili sia a piedi che in bicicletta, strade che percorrono il territorio e uniscono i paesi, e permettono di ammirare i colori del cielo e della natura, i voli degli uccelli migratori, le numerose ville e monumenti che costellano la pianura.
Lungo la Strada dell’Arcole si possono assaporare sapori unici, segno di una tradizione agricola centenaria che ha
fatto di Verona una perla a livello italiano per l’enorme varietà di specie di ortofrutta.
Il bianco asparago e il mandorlato di Cologna, il prosciutto Berico-Euganeo e le fragole, il melone, la mela, l’oro delle
patate del Guà sono solo alcuni dei protagonisti dell’enogastronomia locale che insieme ai vini dell’Arcole Doc (Chardonnay, Merlot e Nero d’Arcole) potrete conoscere e degustare percorrendo queste terre.
La bicicletta diventa lo strumento migliore per scoprire le bellezze della Strada del Vino Arcole e numerosi percorsi
sono stati studiati e sono percorribili in ogni momento dell’anno.

Vini, Vivi, Bici

VINI

I vini Arcole come protagonisti all’interno del loro territorio di produzione insieme agli altri prodotti tipici locali (asparago, patata, mela, prosciutto, radicchio, mandorlato).

VIVI

Per non stare o passare nei territori dell’Arcole, ma viverli nei loro diversi aspetti – da quello enogastronomico a
quello storico, paesaggistico e naturalistico- ambientale – rendendo, in momenti ad hoc, fruibili a tutti anche elementi di particolare interesse presenti sul territorio.

BICI

La bicicletta come mezzo privilegiato per fruire del territorio e apprezzare le sue diverse sfaccettature e peculiarità,
sia per i residenti trasformati in turisti quotidiani che per i turisti trasformati in residenti temporanei.

Maggiori info

Sul retro del pieghevole sono riportate le indicazioni stradali per raggiungere le località via auto / ferrovia / aereo.
Per info turistiche: IAT – Est Veronese


“Promozione e valorizzazione dell’enogastronomia e della tipicità regionale come turismo esperienziale” è un progetto di Promozione turistica Veneto – Friuli Venezia Giulia (Asse FVG-Veneto, MIBACT) – Veneto, tra la terra e il cielo.