La Salmanazar da 9 litri di Gambellara Classico DOC è la bottiglia celebrativa della Festa dei Vini DOC Gambellara di Selva di Montebello Vicentino (VI) con la quale si inaugura annualmente la manifestazione.
Essendo uno dei formati di maggiore volume (una bottiglia Salmanazar equivale a 12 bottiglie), per risultare proporzionata l’etichetta richiesta deve essere di notevoli dimensioni (277 x 190 mm).

In questo caso l’etichetta pensata riprende la grafica del poster dell’evento con vista panoramica su Selva di Montebello Vicentino, calice di Gambellara e grappolo d’uva.
Tutto il bordo è avvolto da una cornice con disegni di tralci di vite e grappoli.
I colori impiegati sono il viola del logo del Comitato della Festa del Vino e il giallo del logo del Consozio Tutela Vini Gambellara DOC.
La ceralacca gialla a chiusura della bottiglia trasmette la giusta importanza alla cerimonia di apertura.

salmanazar etichetta vino dimensioni formato Enrico Brunelli
Formati e dimensioni ufficiali delle bottiglie vino – secondo WineFolly

Per un elenco più completo dei formati bottiglia (Norbert F. J. Tischelmayer):

Split = 187,5 ml
Demie = 375 ml
Jennie = 500 ml
Standard / Bouteille = 0,75 l
Magnum = 1,5 l
2-Magnum / Jéroboam = 3 l
Rehoboam = 4,5 l
Impériale / Methusalem = 6 l
Salmanazar = 9 l
Balthazar = 12 l
Nebukadnezar = 15 l
Melchior / Goliath / Salomon = 18 l

Perché il nome Salmanazar ad una bottiglia di vino?

Non c’è un motivo particolare per cui sia stato scelto il nome di Salmanazar per indicare la bottiglia da 9 litri. Si rifà alla tendenza di nominare i grandi formati di bottiglie con nomi di figure storiche o bibliche.
Tra i sovrani che regnarono sugli Assiri troviamo cinque re Salmanassar.
Salmanassar V è il personaggio a cui è stata dedicata l’omonima bottiglia. Questi regnò dal 727 al 722 a.C e durante il suo regno invase Israele, sconfisse ed uccise in battaglia Osea e cinse d’assedio la capitale Samaria. Nonostante fosse priva di un re e di forze militari adeguate, Samaria resistette per tre anni, allo scadere dei quali gli assiri riuscirono ad espugnare la città e deportarono più di 30.000 persone in Assiria, ponendo fine al Regno di Israele.